Ci trovi su:

Bilancio di genere e pari opportunità



Non tutti sanno di che cosa si parla quando si nomina il bilancio di genere.

Il “bilancio” viene comunemente percepito solo come uno strumento economico mentre, al contrario, ha anche un’importante valenza sociale poiché attraverso di esso si può decidere, in condizioni di assoluta trasparenza, l’allocazione della spesa pubblica secondo criteri di promozione delle pari opportunità uomo-donna.

L’adozione di un’ottica cosiddetta “di genere” conferisce ai bilanci maggior equilibrio e chiarezza poiché identifica in modo trasparente i destinatari delle singole iniziative ed evidenzia, in tal modo, la distribuzione delle spese e delle entrate fra uomini e donne e l’effettiva attuazione del principio di pari opportunità (e di non discriminazione).

Lo strumento, in sintesi, ha due finalità:

-verso l’interno, sollecitare chi è preposto a prendere decisioni a valutare attentamente l’impatto di ogni sua scelta sulle condizioni di vita dei due generi,

-verso l’esterno, rendere i cittadini consapevoli delle conseguenze che alcune decisioni, apparentemente neutrali rispetto al genere, sortiscono in realtà effetti differenziati sulla condizione economica e sociale della popolazione femminile o maschile.

Per sostenere questo ed altri importanti progetti, noi commercialisti di Venezia abbiamo costituito un Comitato espressamente dedicato a promuovere il riconoscimento delle pari opportunità: sarà nostra cura aggiornare questa sezione evidenziando le iniziative che via via avvieremo.

Guarda il video: Non facciamo solo bilanci